fbpx

Itinerari turistici per Caltagirone

by sicily

Che cosa vedere  a CALTAGIRONE

Che cosa offre la città per arrivare a Palazzo Spadaro Libertini  in via San Bonaventura 22

Scalinata Caltagirone

Scalinata Caltagirone

Percorrendo la centralissima Via Roma, a pochi passi dal centro storico, si incontra:

1) il Giardino Pubblico Vittorio Emanuele II ,risalente al secolo XVIII, delimitato dalla bellissima balconata maiolicata. All’interno del Giardino si può vedere il gazebo Liberty utilizzato d’estate per i concerti;

2) Il Museo Regionale della Ceramica (ingresso Via Giardini Pubblici);

3) Il Teatrino Bonaiuto, Belvedere orientale sulla piana di Catania sec XVIII ;

4) La Balconata settecentesca  maiolicata opera del ceramista Benedetto  Ventimiglia;

5) Il Tondo Vecchio, Belvedere occidentale sulla piana di Gela (XVIII sec)

6) La  Chiesa di S. Francesco d’Assisi all’ImmacolataCuria VescovileIl Museo Diocesano

Si attraversa il Ponte S. Francesco e si entra nel centro storico.

Dopo il Ponte si incontra il Carcere Borbonico, via Roma 10 sede dei Musei Civici e Pinacoteca Luigi Sturzo e poi procedendo diritti verso la Scalinata di Santa Maria del Monte, prima di incontrare la Via Principe Amedeo di Savoia, all’angolo di questa con Via Taranto si può vedere Palazzo Libertini di S. Marco, sede dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Caltagirone e di altri enti Istituzionali.

Occasionalmente presso tale Museo si svolgono mostre o esposizioni.

Continuando lungo la via Principe Amedeo di Savoia, si incontra sulla sinistra, nei pressi della scalinata, la via San Bonaventura, al numero civico 22 si trova Palazzo Spadaro Libertini.

La via Principe Amedeo di Savoia, ricca di eleganti laboratori e negozi di ceramica, accoglie il visitatore con  l’imponente Palazzo Crescimanno di Albafiorita con la sua corte settecentesca  . Da vedere la Scala d’onore di accesso al piano nobile, primo piano,   decorata con  ceramica nel titpico stile “ornato” opera  risalente agli anni 50 – 60 del Ceramista e Storico  Prof Antonino Ragona, già direttore del Museo Regionale.

Proseguendo in direzione della Scalinata di S. Maria del Monte si incontrano sulla sinistra:

la Piazza del Municipio sui cui lati affacciano:

la “Galleria Sturzo” un tempo Casa  Senatoria sede del Senato cittadino che ha governato Caltagirone sino  alla fine della feudalità che in Sicilia terminò  nel 1812 – 13, la Corte Capitaniale (sec XVII) oggi Sede di Mostre,

Il Palazzo Gravina Paceil Palazzo di Città, sede del Comune, già Palazzo del Principe di Bellaprima.

Gazebo Liberty Giardino Pubblico Vittorio Emanuele II

Gazebo Liberty Giardino Pubblico Vittorio Emanuele II

Giunti di fronte alla Scalinata di S. Maria del Monte si incontrano a sinistra Via S. Bonaventura e sulla destra Via Luigi Sturzo .

Imboccando la salita di Via San Bonaventura per giungere a Palazzo Spadaro Libertini  si segnala:

La Chiesa di S. Giuseppe nata sui resti della Chiesa di S. Barbara;

Palazzo Taranto, al civico nr 12, di cui si può ammirare la Corte.

Finalmente si giunge a Palazzo Spadaro Libertini  Via S.  Bonaventura 22 dove si fare una visita  guidata che ha inizio  dall’ingresso del Palazzo e quindi dalla Corte cinquecentesca , per poi vedere lo Scalone Barocco, il Primo Piano e il suo  Ipogeo  e il Secondo Piano  dove  si trovano i Saloni di Rappresentanza .

In alternativa si può entrare a Palazzo Spadaro Libertini da Via Bonanno 1 (Carruggio) che si trova dietro la Scalinata di S. Maria del Monte.

Dopo Palazzo Spadaro Libertini, salendo a piedi per raggiungere  la Chiesa di S Bonaventura si incontra :

Palazzo Secusio Nicastro, Via San Bonaventura 38.

L’Edicola Votiva Maria SS di Conadomini, Via S. Bonaventura 41

Infine si giunge a Largo della Croce ove si ttrova la Chiesa di San Bonaventura, risalente al XVI secolo, insieme a due edicole votive  dedicate alla Madonna della Salute e a San Franceso d’Assisi.

I Musei di Caltagirone:

Museo Regionale della Ceramica – Via Giardini Pubblici

Carcere Borbonico, sede della direzione dei Musei Civici e della Piancoteca Luigi Sturzo – via Roma 10;

Palazzo Libertini di S. Marco – sede occasionale di mostre – Via Volta Libertini, ingresso  da via Taranto;

Corte Capitaniale, piazza Municipio

Sala Milazzo sede di eventi “esperienziali” – Palazzo di Città Piazza Municipio

Museo di Arte Contemporanea (MAC)  ex Ospedale delle Donne in via Luigi Sturzo.

Chiesa Santissimo Salvatore – Mausoleo di Don Luigi Sturzo (tomba di Don Luigi Sturzo)

L’assistenza Turistica gratuita  è prestata dal Sig. Gesualdo Floridia – 334/3536562  Titolare anche del VVF HOTEL 

Dove Dormire a Caltagirone:

 Wf2 – luxury rooms
-Piazza Principe Umberto I, nr.19, 3° piano (senza ascensore) a Palazzo Crescimanno di Albafiorita.

-nr.4 camere matrimoniali, ad uso singolo e doppia.

-nr.2 camere matrimoniale, ad uso singolo, doppia e tripla.

 -colazione on site, dolce/salato a richiesta, no prodotti surgelati.
disponibilità prodotti vegani e senza glutine.

 -disponibilità servizio ncc personalizzato (a pagamento).

Recapiti per info e prenotazioni:

331-4100492 – aziendale

333-5343516 – Vanessa Floridia

328-6813936 – Veronica Floridia

https://www.booking.com/Pulse-R8Ob03

 B&B  dei Mori , via Asilo Infantile 2 ,   cell 338 8666993 

B&B Attico Taranto via S. Bonaventura 12 https://www.atticotaranto.com/contact

B&B Palazzo Taranto  https://www.palazzotaranto.it/ Via S. Giuseppe 1 

Dove Mangiare a Caltagirone, si consiglia :

Ristorante DASA’ –  via S. Giuseppe 3 tel 0933 350099

Ristorante la Piazzetta  – via Vespri 20 tel 0933 24178

Bar Bistrot L’Angolo, Via Taranto

Esperienza a Palazzo Spadaro Libertini

Si può continuare dopo la visita a  godere dell’atmosfera del Palazzo  prenotado un light lunch o apericena   nell’ingresso Castello della dimora o una cena di Gala in uno dei Saloni.  Il catering viene fornito dal Ristorante DASA’,ubicato a piano  giardino del Palazzo, con ingresso dal via S Bonaventura 22 o via S.  Giuseppe 11.

In  alternativa, dopo la visita gli ospiti,  puotranno mangiare direttamente nel giardino del Ristorante DASA’ previa prenotazione

In base alla tipologia di evento  e al numero di partecipanti potranno essere chiesti preventivi alla dimora  per organizzare cenet o   serate di gala con concerto   di pianoforte  con il Gran Coda Pleyel Wolff  e con menu’ tipici  . Il catering sarà a parte  e  ne dovrà essere  richiesto il preventivo direttamente al Ristorante DASA’ al nr  0933 350099

Esperienza presso un ceramista.

A Caltagirone non si può non  visitare  alcune delle numerose botteghe/laboratori di arte ceramica. Su prenotazione potranno essere fatte esperienze “visive” . Nei Saloni di Rappresentanza di Palazzo Spadaro Libertini si possono ammirare manufatti di  vari Ceramisti di Calatagirone,  alcuni di questi potranno essere previamente contattati per far partecipare presso i loro laboratori all’esperienza unca di come nasce  o viene decorato un manufatto in ceramica.

Caltagirone è a  poca distanza dagli scavi di Piazza Armerina e Aidone, raggiungibili in circa 1 ora come da Ragusa Ibla e Modica. Si possono quindi creare itinerari che prevedano di dormire a Caltagirone  così da recarsi giornalmente  nelle predette località.