fbpx

Palazzo Spadaro Libertini

by sicily

Palazzo Spadaro Libertini è uno dei palazzi più antichi di Caltagirone, ricostruito su un impianto preesistente cinquecentesco riconducibile al palazzo non finito appartenuto a Bonaventura Secusio, vescovo di Catania e diplomatico nato a Caltagirone nel 1558.

I lavori di ricostruzione di Palazzo Spadaro Libertini vennero iniziati nel 1725 da Barbaro Maggiore Marchese di Santa Barbara e conclusi nel 1732.

Il Palazzo si trova nel centro storico di Caltagirone in Via San Bonaventura 22, a pochi passi dalla celebre scalinata di Santa Maria del Monte e in prossimità della splendida Chiesa seicentesca di San Bonaventura, integralmente sopravvissuta al terribile terremoto del 1693 che distrusse la maggior parte dei monumenti e palazzi della Sicilia orientale.
Cenni storici su Palazzo Spadaro Libertini ( Vai all’articolo )

Contattaci per maggiori informazioni

I PREZIOSI DAMASCHI E TAPPETI DELLA DIMORA

A differenza di molte dimore che hanno sostituito i damaschi originali, irrimediabilmente danneggiati dal tempo e dalle lesioni della guerra, con tappezzerie di lussuosa fattura moderna in carta da parati tessile damascata o in damasco sintetico, i Saloni di Palazzo Spadaro Libertini hanno conservato in uno stato ottimale i propri damaschi. I quali sono tutti originali e integri. Grazie ad un approccio del tutto conservativo, che ha consentito una minima invasività nel recupero degli stessi, i Saloni Giallo, degli Specchi o Rosso e Azzurro mantengono intatti ed in ottime condizioni  i propri damaschi, che vennero commissionati a suo tempo a sapienti manifatture francesi. I damaschi del Salone Giallo, di un bel colore oro, non hanno richiesto alcun intervento. >>> Vai all’articolo <<<

IL GRAN CODA PLEYEL WOLFF DEL SALONE DEGLI SPECCHI

Si narra che il Patrizio Michelangelo Libertini di S. Marco non si fosse limitato a commissionare in Francia tutti gli arredi del Palazzo, ma che ordinasse anche un magnifico pianoforte alla rinomatissima ditta Pleyel di Parigi, insieme ad arpe ed altri strumenti, affinché nei Saloni di Rappresentanza si potesse godere momenti di intrattenimento musicale. Dopo un restauro conservativo durato oltre un anno, durante il quale tutte le parti originali (corde, martelletti e tastiera in avorio) sono state integralmente recuperate, è stato riportato a nuova vita il Gran Coda Pleyel Wolff, databile intorno al 1865, che ha potuto ricevere un’accordatura di poco inferiore allo standard odierno 440Hz, così da consentire un pieno utilizzo per concerti e per accompagnamento di cantanti lirici. Le memorie della Casa riportano che Richard Wagner in visita a Ramacca alla figliastra Blandine, nipote di Franz Liszt, fidanzata e poi convolata a nozze con Biagio Gravina di Ramacca, si fosse recato anche a Caltagirone e avesse suonato su questo splendido strumento.

LE COLLEZIONI DI CERAMICA DI CALTAGIRONE

Presso la Dimora sono esposte collezioni di antiche “riggiole” (mattonelle”) che costituivano i pavimenti dei resti dei palazzi dalla cui unione, dopo il 1693, è sorto il Palazzo nella odierna conformazione. Queste collezioni sono state e sono in corso di catalogazione e recupero ad opera di Donna Gemma Gravina di Belmonte la quale, a fronte del pregio museale delle stesse, ne ha voluto l’esposizione, di una parte. Inoltre, nei Saloni sono permanentemente esposte opere moderne di Maestri Ceramisti di Caltagirone ed in alcuni periodi dell’anno si possono ammirare maioliche antiche delle manifatture calatine, appartenenti a prestigiose collezioni private.

IL PRIMO PIANO DEL PALAZZO

Di recente, la proprietà della dimora ha completato il recupero di una parte “dimenticata del Palazzo”, il primo piano , un luogo di fascino  restituito  dal tempo, di chiara origine medievale . Ciò rende  questa parte del Palazzo  un luogo unico da visitare e nel quale tenere mostre “diffuse” che coinvolgano le varie parti della Dimora e anche “eventi bomboniera” , in una atmosfera suggestiva  rimasta intatta nei secoli, mai aperta al pubblico.

Questo primo piano  consente  una capienza di max 30 persone,  dispone di bagno anche per disabili ed è raggiungibile da terra con piattaforma elevatrice che serve tutta la Dimora. 

I SERVIZI

La Parte di Rappresentanza di Palazzo Spadaro Libertini, ubicata al Secondo Piano o Piano Nobile, può ospitare visite di gruppi anche numerosi ed eventi quali, rinfreschi, concerti, mostre, conferenze /meeting e set fotografici, pubblicitari e cinematografici e dispone di wi fi in tutti gli ambienti sino ad una capienza stimata di circa 1000 persone. >>> Vai all’articolo <<<

IL PALAZZO DEI CARRUGGI

Palazzo Spadaro Libertini non è soltanto una Dimora storica ubicata nella centralissima via S. Bonaventura, a pochi passi dalla Scalinata di S. Maria del Monte, ma è un Palazzo radicato nel cuore nascosto di Caltagirone; infatti è l’unico Palazzo nobiliare  del centro storico che ha  un ingresso anche nei famosissimi “carruggi” che si “arrampicano” accanto alla Scalinata. >>> Vai all’articolo <<<

EVENTI E CATERING

Per gli eventi e tutto ciò che deve svolgersi nella Dimora, la proprietà di preferenza mette a disposizione per accreditamento ed accoglienza ospiti, servizio d’ordine e sicurezza, uno  Staff di propria fiducia che conosce bene gli ambienti . Per pranzi, cene, rinfreschi in generale, la dimora collabora con più catering  in grado di offrire un servizio di qualità . E’ vietato fumare in tutti gli ambienti.

Dal 2001 il Centro Storico di Caltagirone è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco

Le visite sono  guidate, possono svolgersi anche in inglese. Si richiede prenotazione e numero minimo 4.

COME RAGGIUNGERE PALAZZO SPADARO LIBERTINI:

Da Aeroporto di Catania “Fontanarossa” 50 km ca

Da Aeroporto di Comiso “Pio La Torre” 35 km ca

Collegamenti tra Stazione ferroviaria di Caltagirone da e per Aeroporti di Catania e Comiso tramite pullman/bus di linea AST e Etna Trasporti.

Collegamenti dalle principali città della Sicilia e aeroporti della parte occidentale  mediante, pullman/bus di linea, treni e macchina.

Servizio Noleggio auto con conducente/pulmino 16 posti:

Franco Vicino 335 1681905 (Caltagirone)


Posizione

Il Palazzo si trova nel centro storico di Caltagirone, città barocca della Val di Noto, in via san Bonaventura 22


Profilo IG @palazzospadarolibertini
Sito Web www.palazzospadarolibertini.com

Articoli correlati

Prenota una visita